idt-partner-summit-2016

HID IDT Partner Summit 2016: a Martigny l’AutoID protagonista a 360°

HID IDT Partner Summit 2016 nella splendida cornice Svizzera di Martigny. Una maratona di tre giorni in cui il canale si è confrontato con la corporate (IDT sta per IDentification Technology e fa parte del gruppo Assa Abloy), sulle ultime innovazioni che stanno cambiando il significato dell’AutoId in tutto il mondo. Nell’esclusiva partner selection, Tenenga ha partecipato come uno dei partner  dall’Italia.

idt-partner-summit-2016

HID IDT Partner Summit 2016 per parlare di radiofrequenza e di AutoId

Dal 1980, infatti, HID progetta e realizza soluzioni che ottimizzano l’operatività di aziende e studi professionali grazie all’uso delle migliori tecnologie con una focalizzazione particolare sulla realizzazione di TAG RFID in tutte le declinazioni possibili: LF, HF e UHF, per ambienti ostili e per metalli, liquidi e altri materiali particolari. Sono questi sistemi il cardine di uno sviluppo che consente di trasmettere in maniera più efficace ed efficiente dati e informazioni sia in ambito industriale che in ambito consumer. Soluzioni e dispositivi da un lato e infrastrutture, piattaforme di comunicazione e data center in cloud dall’altro supportano i clienti attraverso un portafoglio di soluzioni a portata di mano e a portata di azienda.

idt_partner_summit_2016_autoid

Tenenga, in prima fila tra gli ospiti dell’HID IDT Partner Summit 2016, ha partecipato con interesse alle sessioni di approfondimento che hanno descritto i trend dell’AutoId da qui ai prossimi mesi.

“L’IDT Partner Summit 2016 è stato estremamente interessante – ha commentato Ubaldo Montanari, Ceo di Tenenga -. È stato un momento di scambio e di confronto su tutte le innovazioni tecnologiche che caratterizzano la Ricerca e lo Sviluppo a livello internazionale portati avanti da diversi partner tecnologici di IDT tra cui Inpinji, EM Microeletronic e MyTag. Vision e soluzioni confermano come i trend dell’AutoId si stanno sviluppando in diversi ambiti applicativi e su alcuni filoni chiave: Smart Card e Inlay intelligenti ma anche Sistemi di pagamento associati alle applicazioni dell’NFC (Near Field Communication) con anche soluzioni OTP (One Time Password). Servono diverse competenze e aggiornamenti ad alta specializzazione rispetto alle tecnologie ma anche rispetto ai mercati di riferimento. Ecco perché è importante esserci: capire meglio aiuta a fare le scelte migliori”.

Luce sui nuovi orizzonti dell’RFID

IDT_Partner_Summit_2016_RFIDNella tre giorni, non a caso, si è parlato infatti di RFID applicato al settore delle lavanderie, che si sta rivelando a tutt’oggi un mercato attento e da tempo pronto a cogliere il vantaggio delle etichette intelligenti a supporto della logistica ma anche del customer care. L’RFID si rivela una tecnologia centrale anche nell’ambito della tracciabilità e rintracciabilità dei carburanti e del gas, ambienti tipicamente ad alto tasso di pericolosità e con caratteristiche di logistica molto particolari. Un terzo capitolo su cui l’IDT Partner Summit 2016 si è soffermato lungamente è quello dell’e-payment. La gestione elettronica dei pagamenti, infatti, oggi trova nella declinazione near contactless dell’RFID una tecnologia di riferimento che garantisce sicurezza e velocità se gestita da partner esperti.